Lavora con noi

My Qualifica
Accedi/Registrati

PRIVACY

Spesso si pensa che la sola normativa in materia di protezione dei dati personali sia il GDPR. In realtà, non è così, soprattutto per la Pubblica Amministrazione. Molteplici sono le normative, che riguardano il trattamento dei dati personali nell’ambito della Pubblica Amministrazione. Bisogna considerare infatti la Legge n. 241/1990, che, agli artt. 22-25, disciplina l’accesso agli atti. Ciò significa
SMART WORKING E PRIVACY: limiti al controllo del lavoratore agile A seguito dei recenti avvenimenti la maggior parte delle aziende sta iniziando ad utilizzare una nuova modalità di esecuzione della prestazione lavorativa lo Smart Working. A tal proposito, subentra da parte del datore di lavoro l’esigenza di monitorare a distanza l’operato dei propri dipendenti e spesso le modalità impiegate
Dal 1° gennaio 2019 vi è l’obbligo della fatturazione elettronica tra privati titolari di partita IVA residenti in Italia. La fatturazione elettronica è un sistema digitale di emissione, trasmissione e conservazione delle fatture che permette di abbandonare il supporto cartaceo e tutti i relativi costi di stampa, spedizione e conservazione. In base alla normativa, la fattura può essere emessa
Il D. Lgs1 231-01 introduce nell’ordinamento italiano la responsabilità amministrativa delle persone giuridiche per reati commessi da figure di vertice o subordinate. Il decreto in oggetto estende i suoi effetti al patrimonio dell’ente, tutelandolo. In caso di reati commessi dalle figure interne al proprio assetto aziendale, infatti, l’azienda che dimostri di aver adottato ed implementato correttamente il Modello Organizzativo 231-01, fruisce
Dal 25 maggio 2018 sarà introdotta la figura del Data Protection Officer (DPO), prevista dal Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (GDPR), che affida difatti la responsabilità del trattamento dei dati al DPO. Nello specifico, il 25 maggio 2018 entrerà quindi in vigore il GDPR (General Data Protection Regulation), cioè il Regolamento Ue 2016/679, applicabile in tutti gli Stati

Credito d’imposta fino al 50% per acquisto beni per un massimo di 2,5 milioni di euro