fbpx

RIAPERTURE: IN SICUREZZA SI PUÓ!

decreto-riaperture

Il nuovo Decreto legge del 22 aprile 2021 n. 52, ha previsto la riapertura progressiva delle attività economiche e sociali dal periodo che va dal 26 aprile al 31 luglio.

Resta in vigore la suddivisione a colori delle zone territoriali, così come il coprifuoco alle ore 22:00, e ritorna la zona gialla con misure anticontagio meno restrittive e che permetteranno il graduale ritorno alla normalità, nel rispetto dei protocolli di sicurezza. Di seguito le date:

26 aprile

icona

Didattica in presenza per le scuole di ogni ordine e grado (limitazioni per le università in zona rossa)

icona

Ristoranti aperti in zona gialla con consumazione ai tavoli solo all’aperto, sia a pranzo che a cena. In zona arancione o rossa solo asporto

icona

Riaprono teatri, cinema e spettacoli in zona gialla con capienza dei locali ridotta al 50% e numero massimo di spettatori non superiore a 1.000 per gli spettacoli all’aperto e a 500 per gli spettacoli in luoghi chiusi

icona

Si potrà svolgere attività sportiva all’aperto, compreso sport di squadra e di contatto in zona gialla

15 maggio

icona

A partire da tale data riapriranno gli impianti natatori all’aperto e gli stabilimenti balneari

1 giugno

icona

Consumazione ai tavoli consentite anche al chiuso ma con limitazione dell’orario dalle ore 5:00 alle ore 18:00

icona
Sarà consentito l’accesso di spettatori alle manifestazioni sportive di interesse nazionale, seppur con capienza ridotta al 25% (zona gialla)

1 luglio

icona

Riapertura di parchi tematici e di divertimento e dei centri termali nelle regioni in zona gialla

icona

Potranno riprendere eventi fieristici, convegni e congressi in presenza in zona gialla

Per il mancato rispetto delle limitazioni imposte dal nuovo Decreto e la mancata osservazione dei protocolli sulle norme anticontagio sono previste sanzioni amministrative fino a €3.000 e la sospensione dell’attività.

Credito d’imposta fino al 50% per acquisto beni per un massimo di 2,5 milioni di euro

CALCOLO CREDITO D’IMPOSTA - FORMAZIONE 4.0

Il Valore elaborato dalla presente procedura ha valore puramente indicativo e orientativo.**

Campi obbligatori*

per una corretta valutazione contattaci**

Costituiscono in particolare attività ammissibili al credito d’imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie: