fbpx

Stai visualizzando:

/MUD

MUD

RICHIEDI UN PREVENTIVO

la norma

la norma

Il MUD o Modello Unico di Dichiarazione ambientale, istituito con la Legge n. 70/1994, è un obbligo formale attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti (raccolti, trasportati o smaltiti) dalle attività economiche o da Enti Pubblici.

Essa è la dichiarazione annuale che riporta la quantità e la tipologia dei rifiuti prodotti, nell’anno precedente, oltre alle informazioni sui soggetti cui sono stati conferiti. In particolare, la comunicazione dei rifiuti fa riferimento a sei tipiche categorie (Rifiuti; Veicoli fuori uso; Imballaggi (sezione Consorzi e Gestori rifiuti di imballaggio); Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche; Rifiuti Urbani (assimilati e raccolti in convenzione); Produttori di apparecchiature elettriche/elettroniche). 

I soggetti obbligati alla presentazione del MUD, definiti dall’articolo 189 c. 3 del D.lgs. 152/2006, sono trasportatori, intermediari senza detenzione, recuperatori/smaltitori, produttori di rifiuti pericolosi, produttori di rifiuti non pericolosi da lavorazioni industriali, artigianali e di trattamento delle scorie con più di 10 dipendenti, Comuni o altri enti pubblici.

la NOSTRA PROPOSTA

LA NOSTRA PROPOSTA

Qualifica Group segue l’azienda cliente attraverso una consulenza mirata sulle modalità di compilazione e gestione dei registri carico/scarico rifiuti a partire dai formulari dei rifiuti prodotti, trasportati o trattati. Il registro di carico e scarico dei rifiuti è un documento fondamentale nel processo di contabilizzazione e di controllo dei rifiuti. Dalla corretta compilazione dei FIR, il documento di accompagnamento al trasporto dei rifiuti, è possibile gestire e compilare correttamente il registro di carico e scarico dei rifiuti, che costituisce prova della tracciabilità dei rifiuti, della loro produzione e del loro invio a recupero o smaltimento. 

Qualifica può, se del caso, prendere in carico l’intera gestione del servizio, affiancando il cliente fino alla fase di compilazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale e relativo invio agli enti competenti in materia e/o alle Camere di Commercio territorialmente competenti, sia in forma cartacea che su supporto informatico che per via telematica.

Sanzioni

Sanzioni

Il soggetto che non effettua la comunicazione ovvero la effettua in modo incompleto o inesatto è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 2.600 € a 15.500 €. 

Se si tratta di indicazioni di dati incompleti o inesatti nel loro contenuto sostanziale, l’art. 258 comma 4 del TUA prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.600€ a 9.300€. Per dati formalmente incompleti o inesatti, in relazione ai quali però è possibile risalire a tutti gli elementi per ricostruire le informazioni dovute per legge, l’art. 258 co. 5 prevede una sanzione amministrativa pecuniaria inferiore, da 260€ a 1.550€, rispetto alla precedente.

Potrebbe interessarti anche

Contattaci

Credito d’imposta fino al 50% per acquisto beni per un massimo di 2,5 milioni di euro