fbpx

Vaccinazioni per lavoratori: a breve sarà possibile somministrarli in azienda

Vaccine

Approvato il protocollo nazionale per la realizzazione dei piani aziendali finalizzati all’attivazione di punti straordinari di vaccinazione anti Covid-19 nei luoghi di lavoro

Lo scorso 6 Aprile è stato sottoscritto il protocollo d’intesa tra Governo e parti sociali che darà la possibilità alle aziende di vaccinare i propri dipendenti direttamente in azienda.

La finalità dell’azione del Governo assume un duplice obiettivo, quello di accelerare e implementare la campagna vaccinale e, nel contempo, favorire la ripresa in sicurezza delle attività produttive, offrendo in maniera del tutto volontaria e gratuita la disponibilità di dosi alle aziende che ne facciano richiesta.

Le aziende, con il supporto e il coordinamento delle Associazioni di categoria di riferimento, potranno predisporre, all’interno dei proprio locali, di punti straordinari di vaccinazione destinati alla somministrazione nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori che ne abbiano fatto richiesta. Tali punti vaccinali dovranno garantire tutti i requisiti di efficacia, efficienza e sicurezza previsti e saranno soggetti a valutazione da parte dell’Azienda Sanitaria di riferimento che fornisce il vaccino. 

Le dosi di vaccino e i dispositivi per la somministrazione (siringhe/aghi), nonché gli strumenti per la registrazione dell’attività vaccinale, sono a carico del Servizio Sanitario Regionale che si assumerà la responsabilità generale e di controllo dell’intero processo, per il tramite delle Aziende Sanitarie di riferimento. Spetta invece alle aziende l’onere del personale per la somministrazione e le spese per l’adeguamento delle strutture e dei locali da adibire ad hub vaccinale.

Al momento dell’adesione all’iniziativa, il datore di lavoro dovrà indicare il numero di vaccini richiesti in base alle adesioni volontarie da parte dei lavoratori, che indipendentemente dalla tipologia contrattuale prestano la loro attività in favore dell’azienda. La distribuzione dei vaccini terrà conto della disponibilità di dosi previste per la campagna di vaccinazione ordinaria. Si precisa che la vaccinazione in azienda rappresenta un’opportunità aggiuntiva rispetto alle modalità ordinarie dell’offerta vaccinale che sono e saranno sempre garantite qualora il lavoratore non intenda aderire alla vaccinazione in azienda.

Per le fasi di distribuzione e somministrazione, sarà indispensabile il coinvolgimento del Medico Competente aziendale che, con l’affiancamento di altre figure sanitarie, coordinerà e pianificherà le attività vaccinali. Il Medico si occuperà anche di concordare le modalità di ritiro dei vaccini con l’Azienda Sanitaria e dovrà garantirne la corretta gestione, prestando particolare attenzione al mantenimento della catena del freddo.

Di seguito sono riportati i requisiti preliminari necessari per l’avvio dell’attività da parte dell’azienda:

  • popolazione lavorativa sufficientemente numerosa (preferibilmente >50). Per favorire anche i datori di lavoro con poche lavoratrici e lavoratori o altre forme di attività, sono possibili modalità organizzative anche promosse da Associazioni di categoria destinate a coinvolgere lavoratrici e lavoratori di più imprese;
  • sede nel territorio dell’Azienda Sanitaria che fornisce i vaccini;
  • dotazione informatica idonea a garantire la corretta e tempestiva registrazione delle vaccinazioni;
  • ambienti idonei per l’attività, commisurati al volume di vaccinazioni da eseguire, sia per le fasi preparatorie (accettazione), sia per la vera e propria seduta vaccinale (ambulatorio/infermeria), sia per le fasi successive (osservazione post-vaccinazione).

Credito d’imposta fino al 50% per acquisto beni per un massimo di 2,5 milioni di euro

CALCOLO CREDITO D’IMPOSTA - FORMAZIONE 4.0

Il Valore elaborato dalla presente procedura ha valore puramente indicativo e orientativo.**

Campi obbligatori*

per una corretta valutazione contattaci**

Costituiscono in particolare attività ammissibili al credito d’imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie: